TI ODIERO’ FINO AD AMARTI – MONICA MURPHY

TI ODIERÒ FINO AD AMARTI
TITOLO ORIGINALE: TORN

Il libro, di cui vi andrò a raccontare, è il secondo volume della nuova serie della scrittrice Monica Murphy: The private club series. Non ho ancora recensito il primo, dal momento che non l’ho molto fresco in mente. Ma vi prometto che dopo averlo riletto vi racconterò anche del primo volume.
PREMESSA

La mia premessa riguarda più che altro i temi affrontati in questo libro. Sta di fatto che non sono presenti dei veri e propri temi. E’ un libro abbastanza leggero, adatto a un pubblico di adulti, dal momento che sono narrati molti momenti piuttosto intimi. Il libro fa parte del genere New Adult, ma non credo che sia uno dei migliori che abbia letto. Continuate a leggere e ne capirete il motivo.

(RECENSIONE SOGGETTA A SPOILER)

(ULTERIORE PREMESSA PER FACILITARVI LA COMPRENSIONE)

Nel primo volume viene narrata la storia di Archer e Ivy.
Asher è un bellissimo ragazzo che ha una gran dote negli affari e ama costruire e dirigere Hotel.
Asher fa un patto con i suoi migliori amici: Gage Emerson e Matt DeLuca.
Tutti e tre i ragazzi fanno una scommessa: chi dei tre non si sarebbe “imprigionato” in una relazione, avrebbe vinto un milione di dollari.
Il primo a “cedere” è Archer, che si innamora della sorellina proibita di Gage, Ivy.
Chi sarà il secondo a perdere la scommessa?
Continuate la lettura e lo scoprirete.
TRAMA

I protagonisti di questo libro sono Gage Emerson e Marina Knight.
Lui è il tipico avvoltoio che non vede l’ora che una delle più ricche famiglie del Napa Valley fallisca, per acquisire le loro proprietà per ricavarne un sostanzioso profitto.
Lei? Lei è una bellissima ragazza bionda naturale, dalle labbra carnose e gli occhi azzurro cielo.
Cosa unisce i due?
Semplice: Marina Knight altro non è che la figlia di una Molina, una delle più ricche famiglie di origine italiana, trasferitesi in america,
Qual è il problema?
La sua famiglia sta andando in malora e non riesce a uscire fuori dalla crisi.
Gage, però, non sa chi è questa bellissima ventitreenne.
Almeno, non lo capisce fin quando lei non lo chiama “avvoltoio” e scappa via da una sera di inaugurazione di una cantina.
Gage doveva pur capire in qualche modo che la famiglia Knight è legata alla famiglia Molina.
Doveva capire che l’uomo che cerca di contattare da mesi per riuscire ad acquistare i suoi possedimenti, altro non è che il padre di Marina, Scott Knight, sposato con la bellissima Maribella Molina.
Marina, invece, sa bene chi è quel bellissimo e affascinante uomo che le offre da bene e parla in modo fin troppo pieno di sé.
Ma non riesce a resistere quando capisce il suo intento.
Lei ci tiene molto ai possedimenti della sua famiglia, soprattutto alla pasticceria a St. Helena, dove lavora con la zia Gina.
Sa anche che lui è l’uomo più affascinante che abbia mai visto, ma sa anche che quello che l’attrazione per lui è sbagliata e non porta a nulla di buono.
Andiamo, dài! In fin dei conti è l’uomo che le vuole portare via tutto senza scrupoli.
Gage, però non smette di pensare a quella bellissima ragazza e adesso che sa bene di chi si tratta potrebbe sfruttare la cosa a suo favore: avvicinarla per riuscire ad avere un appuntamento di lavoro con Scott Knight.
Così, le manda dei fiori costosissimi e le chiede di uscire.
Marina è molto restia ad accettare l’invito. Sa bene che non c’è nulla di buono in quell’uomo, a parte il suo fascino irresistibile.
Marina, però, lo brama. Non può farci nulla. E’ profondamente attratta da lui.
Così scoppiano scintille fra i due. Tantissimi momenti ricchi di passione indomabile avviene tra i due giovani nella cucina della pasticceria.
Finito il momento, dichiarano che è stato solo un errore.
E lui va via infuriato.
Poi però, con una scusa più che plausibile riesce ad avvicinarla di nuovo: infatti gli propone una cena con il suo amico Archer e la fidanzata, nonché sorellina, Ivy.
Marina, infatti, vuole proporgli le sue strepitose torte nei suoi hotel.
Dall’uscita a quattro, avvengono molte rivelazioni: Archer accetta l’accordo con Marina e Gage capisce di essere innamorato di lei e dei suoi modi di fare.
Passa poco più di un mese e Gage e Marina sono sempre più innamorati, anche se nessuno l’ha ancora ammesso.
Marina di presentarlo ai suoi genitori, ma sa bene che sarà molto difficile.
La madre, infatti, si dimostra astiosa. Al contrario il padre, straordinariamente, sembra andare più che d’accordo con Gage, dal momento che hanno una passione in comune: le macchine costosissime.
Gage e Scott si accordano per un appuntamento di lavoro, all’oscuro di Marina e concludono l’affare.
Gage riesce ad acquisire tutti i possedimenti a St. Helena.
Però, decide che vuole regalare la pasticceria a Marina.
Però non le dice niente.
Vuole prima rimodernare il locale per farle una sorpresa, quindi lei è ancora all’oscuro di tutto.
Archer e Ivy consigliano vivamente a Gage, di parlare con Marina. Ma lui resta della sua idea: deve essere una sorpresa.
Peccato che la “sorpresa” la riceve lui.
Infatti, la madre di Marina, per allontanare la figlia da Gage decide di rivelare l’accordo tra Scott e il ragazzo, tralasciando però il fatto della sorpresa.
Così, Marina si sente ferita, tradita e delusa dall’uomo che ama.
Si allontanano per due settimane.
La pasticceria viene chiusa e Marina si rintana a casa.
Due settimane dopo, però, viene portata con inganno da Ivy in pasticceria.
trova tantissima gente lì per l’inaugurazione. Il locale è completamente nuovo e mille volte più bello.
Marina si commuove, ma cosa che più le importa è che può finalmente lasciare i dubbi alla spalle e può riabbracciare il suo uomo, che intanto si trova in ginocchio davanti a lei, per chiederle di sposarlo.
TEMI AFFRONTATI

Come già premesso all’inizio, non credo che in questo volume siano stati affrontati veri temi. Più che altro il libro narra una storia d’amore che nasce dall’odio, come dice il titolo stesso.
Infatti i sentimenti di Marina e Gage vacillano tra odio e amore. Sentimenti, però, entrambi ricchi di passione.
Forse un tema che difficilmente può essere percepito è quello dell’inganno.
In effetti, la relazione tra i due giovani nasce attraverso l’inganno: Gage inganna Marina per ottenere gli immobili, Marina inganna Gage per ottenere un accordo con Archer per salvare la pasticceria.
E’ tutto un approfittarsi, che poi da spazio ai sentimenti e alla dolcezza.
Infatti, arrivati a un certo punto della narrazione, nessuno ha più secondi fini, ma uno solo: viversi la persona che si ama.
Una persona che rispecchia l’inganno è Maribella Molina. Infatti, non le importa davvero che la figli sia felice con l’uomo che ama.
Tant’è vero che decide di spiattellare l’accordo del marito con Gage, tralasciando la parte più significativa: la sorpresa di Gage.
Ma alla fine, è l’amore a trionfare, aldilà e nonostante tutto.
OPINIONE PERSONALE

Innanzitutto devo confessare che il libro in questione non è uno dei migliori che abbia letto.
La trama è molto soft e piacevole, ma senza gli adorabili colpi di scena che amo tanto.
La storia è un po’ piatta e molto scontata, però.
Ci sono molte scene prevedibili e i personaggi mi sembrano anche loro un po’ piatti e alcuni insignificanti.
La cosa che mi ha turbato parecchio è il carattere di Marina: lei all’inizio si dimostra molto forte, sulle sue e, soprattutto, decisa a non mollare.
Però, poi le è bastato incontrare lo sguardo di Gage, per mandare a quel paese le proprietà di famiglia e tutti gli obiettivi che si era prefissata.
Forse sapeva già che se avesse avuto una relazione con Gage, magari le avrebbe risparmiato almeno la pasticceria? Chi lo sa!
Ritengo che sia una persona all’apparenza forte, ma che in realtà è molto insicura di sé.
Fossi stata al suo posto, non so se avrei ceduto a un tipo come Gage, specialmente se si sa che tipo di uomo prepotente e avido sia.
Però, sul nostro Gage mi sono ricreduta.
Lui è davvero un uomo buono, che decide di mettere al primo posta la felicità della donna che ama. Quindi: promosso!
Forse è il personaggio che più ho amato di questo libro.
Invece, per quanto riguarda il personaggio che ho detestato davvero, nonostante abbia fatto poco più di due comparse, è Maribella Molina.
Lei non vuole la felicità della figlia.
Lei è molto più attaccato ai beni materiali, che all’affetto della famiglia.
E’ completamente l’opposto di Marina.
Maribella è per i beni terreni; Marina per il bene delle persone che ama.
Non credo che ci sia altro da dire su questo libro.
Non dico che ne sono rimasta delusa, ma nemmeno incantata.
Non ha lasciato il segno, ecco!
Però chi lo sa! Magari a voi piacerà.
Quindi, non mi resta che augurarvi una buona lettura.

11709610_502943376529740_6423857681069835609_n
SERIE

TITOLO ORIGINALE DELLA SERIE: BILLIONAIRE SERIES
1. Non posso fare a meno di te – 14 Giugno 2015
2. Ti odierò fino ad amarti – 25 Giugno 2015
3. Savor (Prossimamente in Italia)
3.5 Intoxicated ( Prossimamente in Italia)

Annunci

2 thoughts on “TI ODIERO’ FINO AD AMARTI – MONICA MURPHY

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...