RICORDI RUBATI – LEXY RYAN

Titolo originale

Lost in me
Eccomi qui, pronta con una recensione su uno dei miei tanti libri, che amo da morire. Si tratta di un New Adult, della bravissima autrice Lexi Ryan.

PREMESSA

Ricordi rubati è il primo volume della serie “Un cuore non basta”.
La collana è divisa in 3 libri. Qui di seguito vi racconterò le vicende raccontate nel primo volume. La storia verrà continuata nelle recensioni a seguire.

TRAMA

(ATTENZIONE! RECENSIONE PROVVISTA DI SPOILER)

La protagonista di quest’avvincente storia è Hanna.
Hanna è una ragazza, decisamente troppo incarne rispetto alle sue sorelle, magrissime, bellissime e biondissime. Ama i dolci, è golosissima, sogna di aprire una pasticceria tutta sua, ma cosa più importante è segretamente innamorata di Max, un ragazzo bellissimo e impossibile per lei. Così almeno credeva.
Ma cosa succede, se ti risvegli all’improvviso in un letto di ospedale, con un incredibile anello di fidanzamento al dito, e, cosa più grave, non ricordi più nulla degli ultimi 11 mesi della tua vita?
E’ questo che succede ad Hanna, dopo un grave incidente, che non sembra del tutto casuale.
Può una ragazza cadere dalle scale e uscirne fuori con dei lividi spaventosi? O forse qualcuno l’ha aggredita e scaraventata giù?
Hanna di certo non lo può sapere.
Non lo può sapere perchè non ricorda assolutamente nulla!
Adesso si trova in un letto di ospedale, in un corpo che non l’appartiene.
Adesso è magrissima, snellissima e ha tutte le curve al punto giusto.
E cosa più importante: è fidanzata. Con chi, vi chiederete voi? Con Max: l’uomo che per una vita ha bramato e desiderato con tutta se stessa.
Come può la vita cambiare così drasticamente in soli 11 mesi?
Come ha fatto a fidanzarsi con Max, se fino a quell’asso di tempo, non faceva altro che “sbavare” dietro la sorella gemella di Hanna, Maggie? E soprattutto, come si può mai perdere tutto quel peso in soli 11 mesi?
Sono interrogativi che Hanna non sa se riuscirà mai a risolvere.
Non è detto che la sua memoria ritorni come nuova. Non è detto che recuperi suoi 11 mesi.
Hanna resta ancora più sconvolta quando le viene raccontato di aver aperto una pasticceria tutta sua, grazie all’aiuto di un collaboratore anonimo. Questo non fa altro che aumentare la sua confusione e i suoi dubbi. Chi si nasconde dietro questo aiutante segreto?
Sarà forse il suo fidanzato? Perché no! Dopo attimi di tenerezza, ma imbarazzo e rigidità, Hanna decide di ritornare a casa, che incredibilmente si trova proprio al piano di sopra della sua pasticceria.
Cade in sonno profondo. Qualche ora dopo si sveglia abbracciata da due braccia calde e possenti, che sanno bene dove Hanna piace essere accarezzata a quanto pare. Sarà Max pensò Hanna. Accesa la luce, quello che vede è un tatuaggio di Hulk e un viso per niente familiare.
Lui la conosce bene perché sa come si chiama. Vedendole l’anello al dito va via deluso e infuriato.
Ancora più confusa e spaesata, Hanna è in preda al panico. Tradisce il suo fidanzato? Chi è quel bellissimo uomo che la teneva tra le braccia?
Hanna non sa nemmeno con chi parlarne. Non sa se prima dell’incidente avesse confidato il segreto almeno alla sua gemella Maggie. Non può rischiare di mandare in frantumi la storia con il suo uomo.
Decide di tacere e di andare ad un concerto della band dove suona il fidanzato della sorella Lizzy.
Ed eccoli lì, sopra quel palco, c’è lui. Il ragazzo con il tatuaggio di Hulk. Nate Crane è il suo nome.
Sguardi che si scontrano e occhiate fuggenti avvengono tra i due. Fin quando si scontrano e per la prima volta parlano. Lui è furioso, pensando che lei lo stesse prendendo in giro, ma lei si giustifica dicendo di aver perso la memoria.
Che scherzo del destino eh? Ha pensato Nate.
Hanna, nonostante non lo conosca, sente un’attrazione indecifrabile per quel chitarrista sexy che la fissa come se fosse l’unica donna sulla terra. Ma Hanna si chiede perchè. Perché ha tradito il suo fidanzato? Quindi forse è Nate il suo collaboratore anonimo?
Sempre più confusa Hanna non sa con chi parlarne. Si strugge e non crede di poter continuare la sua relazione con Max. Non dopo averla tradito.
Pochi incontri focosi con Nate e attimi seducenti dimostrano ad Hanna che è innamorata di entrambi uomini.
Attimi dei mesi passati riaffiorano via via con il passare dei giorni e Hanna è sempre più confusa e divisa a metà.
Max, però le confida che non hanno avuto ancora nessun rapporto. Lei è vergine e sa anche il motivo: perchè si è sempre vergognata del suo corpo. ha sempre odiato le sue curve e si è sempre sentita in imbarazzo a mostrare in suo corpo.
Ciò però non spiega il fatto che gli esami dimostrano che Hanna è incinta.

OPINIONE PERSONALE

Ho amato molto questo libro ricco di passione e sentimenti contrastanti.
Hanna, secondo il mio parare è una ragazza molto insicura di sé. Non si ama, non si ama, non ama il suo corpo e si vergogna di metterlo in mostra.
L’amnesia però ha fatto in modo che lei potesse ricominciare con più autostima, almeno fin quando non si accorge che quegli 11 mesi che non ricorda sono un tassello fondamentale per capire da che parte sta il suo cuore.
Uno dei temi fondamentali affrontati dalla Ryan è senza ombra di dubbio il problema dell’insicurezza personale.
Hanna ne è la prova. Vorrebbe essere come le sorelle, belle e slanciata, ma in realtà si trova in un corpo che non le piace.
Questo è una delle problematiche che più preoccupano i giovani di oggi.
Molte ragazze non accettano il proprio corpo e tendono a farsi del male, non mangiando più e sottoponendo il proprio corpo ad attività fisiche estremamente estreme, se così le posso definire.
Spesso e purtroppo diversi casi si sono trasformati in disperati casi di anoressia, dalla quale non tutti riescono ad uscirne vivi.
Perciò, ragazze, amatevi! Amate il vostro corpo! Sentitevi a vostro agio con voi stesse. Non lasciate che bulli e gente poco intelligente vi critichi per il vostro aspetto fisico. Le curve sono belle e stanno bene a tutti. Non abbattetevi se non piacete a qualcuno. Non è importante, perchè prima di tutto dovete piacere a voi stesse!
Quindi non disperatevi. Siete comunque bellissime!

COLLANA

La serie si intitola “UN CUORE NON BASTA”.
Ogni volume non è auto- conclusivo, ma è un susseguirsi della stessa vicenda.
I libri che la compongono sono:
– Ricordi rubati ( narrato da Hanna)
– Verità scambiate (narrato con l’alternarsi di Hanna, Max e Nate)
– Scelgo te (narrato con l’alternarsi di Hanna, Max e Nate)

PLAYLIST utilizzata in “Ricordi rubati”

  • Breathe – Anna Nalick
  • Odds Are – Barenaked Ladies
  • The Space Between – Dave Matthews Band
  • If You’re Gone – Matchbox Twenty
  • Can’t Remember to Forget You – Shakira ft. Rihanna
  • I Choose You – Sarah Barailles
  • I Won’t Give Up – Jason Mraz
  • Something I Can Never Have – Nine Inch Nails
  • Say Something – A great Big World
  • I’d die without You – P.M. Dawn
  • Down – Jason Walker
  • I Try – Macy Gray
  • You’re Beautiful – James Blunt

PICCOLO CONSIGLIO PER LA LETTURA

Se riuscite a leggere ascoltando la musica, vi suggerisco di associare la Playlist sopra citata. Personalmente, ho fatto così e devo dire che ne rimasta molto contenta dell’affinità tra musica e lettura. Tra l’altro quelle sopracitate sono le canzoni di riferimento all’interno del volume. Quindi complimenti alla scrittrice per la scelta azzeccatissima.
Non mi resta che augurarvi BUONA LETTURA!ricordi rubati

Annunci

One thought on “RICORDI RUBATI – LEXY RYAN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...