LONTANO DA TE – JENNIFER L. ARMENTROUT

(recensione soggetta a spoiler)
LONTANO DA TE

Vi anticipo, innanzi tutto che si tratta di un libro appartenente al genere Paranormal Young Adult.
Questo genere di narrazione ha perlopiù come protagonisti personaggi che appartengono ad un altro mondo, ma che in realtà sono in grado di provare sentimenti e vivere momenti passionali come tutti gli altri, nonostante le vicende “paranormali” che vivono.
TRAMA

La protagonista di questa nuovissima serie è Ivy, una ragazza alla quale è stato tolto tanto, a causa del mondo in cui vive e per colpa del “lavoro” che è destinata a svolgere.
Lei non è una ragazza qualunque, o meglio, è un essere umana proprio come noi, ma fa parte di un’organizzazione segreta: l’Ordine.
Vi chiederete di che organizzazione si tratti, vero?
Dunque, iniziamo dal principio.
Ecco qui la “sceneggiatura” di questo racconto: l’universo è diviso in due parti: il “Nostro mondo” e l’ “Altro mondo”.
Nel nostro mondo vivono gli umani, che svolgono una vita regolarissima e sono all’oscuro di qualsiasi cosa si celi dall’altro lato.
Nell’ Altro mondo, invece, vivono tutto ciò che la nostra fantasia può neanche immaginare: creature fantastiche con poteri magici.
Adesso, vi spiego un po’ l’ottica di questo libro.
Ci sono due tipi di poteri: il bene e il male.
Il bene è quello che caratterizza i folletti e le fate.
Il male, invece, caratterizza i “Fae”.
I fae sono delle creature molto malvagie che si cibano delle anime umane fino a ridurle in corpi senza vita.
Hanno molti poteri tra cui la telecinesi e soprattutto, cosa molto importante, hanno il “glamour”.
Di che si tratta? E come una sorta di incantesimo che loro rilasciano su tutti gli esseri umani, facendogli credere che si trattino di semplici persone come loro.
Ma in realtà i fae hanno sembianze molto simili a quelli di un comune mortale, ma possiedono una pelle argentea, degli occhi vitrei e delle orecchie decisamente allungante.
Sono esseri spregevoli che hanno come scopo quello di impossessarsi del Mondo degli umani.
Ma vi chiederete come è possibile raggiungere il nostro mondo? Facile: con dei portali, di cui solo pochi dell’Ordine ne conoscono l’ubicazione.
E adesso vi chiederete ancora: e cosa centra la nostra Ivy in tutto questo?
Lei, come tutti gli altri membri dell’Ordine, ha il compito di rispedire i fae nell’Altro mondo. Come? Penetrando il torace di questi essere crudeli con un paletto di ferro. Infatti, il ferro è l’acerrimo nemico dei fae.
Inoltre i membri dell’Ordine riescono a sfuggire all’effetto del glamour grazie al “potere benefico” di un quadrifoglio, che portano sempre con se.
Quindi ecco la vita di Ivy: una ragazza che ha perso i suoi genitori e il suo fidanzato. Una ragazza che per cercare di rendere la sua vita “normale”
Fotografie per Lontano da te (Jennifer Armentrout)
Lontano da te (Jennifer Armentrout) Lontano da te (Jennifer Armentrout)
Lontano da te (Jennifer Armentrout)
frequenta l’università. Una ragazza coraggiosa ma che ha paura di affezionarsi alle persone perchè sa che con il lavoro che fa, presto potrebbe perderle.
Adottata dopo la morte dei suoi genitori naturali, viene affidata alla sua nuova famiglia. Ma ben presto resterà di nuovo da sola e costretta a trasferirsi a New Orleans, dove qui finisce sotto la custodia severa di David, capo dell’Ordine, ma si lega anche alla sua nuova amica Val.
Il suo coinquilino? Campanellino, un folletto trovato ferito al cimitero.
E’ un folletto che va matto per i dolci e per i trolls di peluche. E’ molto ironico e non fa altro che ripetere ad Ivy che lei avrebbe bisogno di una vita sessuale” più movimentata”. Ironico il piccoletto eh?
Cosa strane, però, iniziano a capitare a New Orleans. Come è mai possibile che tre membri dell’Ordine siano morti in così poco tempo?
Ivy non lo sa. Sa solo che è strano che una sorta di fae abbia fatto comparire dal nulla una pistola e le abbia sparato.
L’unica soluzione è scappare via e correre alla base generale, dove lì sicuramente qualcuno l’avrebbe soccorsa. Ma ecco lì, dissanguata che sviene nelle scale della centrale.
Al suo risveglio viene rapita da un paio di occhi color smeraldo, bellissimi, e da due fossette in un viso di angelo: Ren.
Il ragazzo ha talento da vendere per essere stato trasferito a New Orleans dal Colorado.
Quel meraviglioso uomo è troppo sexy e troppo affascinante e soprattutto, troppo pieno di sé.
Ren è stregato dai ricci rossi di Ivy. Gli ricordano Melida, del film “Ribelle, The brave”, della Disney. Ren giocherebbe per sempre con quei ricci.
Ma Ren ha un segreto. Un segreto che rivela a Ivy, perchè costretti a lavorare insieme.
Lui è un membro dell’Elite, un’associazione segreta “dentro” l’associazione segreta dell’Ordine. Nessuno sa della sua esistenza e nessuno deve saperlo.
Altro colpo di scena? Il fae che ha sparato a Ivy, non è un fae, ma un “Antico”, un essere ancora più potente e soprattutto più pericoloso. Si credeva che in realtà non ne erano rimasti più nel nostro mondo. E invece quello che scoprono Ivy e Ren, mentre sono in un Night Club sotto copertura, è che ce ne sono più di uno.
Gli antichi voglio riaprire il portale, per far passare tutti gli altri Fae nel nostro mondo e conquistarlo.
Tutto ciò che resta da fare è chiedere a qualcuno dove si trovi il portale, per poterlo distruggere.
A chi posso chiedere? A Merle, una donna sulla cinquantina che ormai era stata classificata come “matta” dai membri dell’Ordine perchè, dopo essere stata rapita da un fae, aveva iniziato a dire cose “senza senso”.
Ren e Ivy vanno dalla donna.
Avvenimenti spaventosi vengono svelati dalla donna: a New Orleans non c’è un portale; c’è ne sono ben due ( risolto il dubbio del perchè di tanti fae arrivati a New Orleans).
Altra scoperta che fa Ivy è che i membri dell’Elite, tra cui anche Ren quindi, oltre al compito di uccidere gli Antichi, devono anche uccidere i Mezzosangue.
E adesso vi chiederete: chi sono i mezzosangue?
I mezzosangue sono individui concepiti dall’unione di un fae con un essere umano.
Non sono consapevoli di “cosa sono”. E si distinguono perchè se vengono feriti il loro sangue “ribolle”.
Perché sono così pericolosi questi mezzosangue?
In realtà non sono loro i pericolosi.
Il pericolo è scaturito dal fatto che se un “principe” o “una principessa” dei fae li trova lo costringeranno a procreare un nuovo individuo. La nascita di questo individuo permetterà l’apertura di tutti i portali e per il nostro mondo sarebbe la fine. Per questo i membri dell’Elite devono trovare tutti i mezzosangue prima degli Antichi.
A New Orleans ce ne sono 4: tre sono morti.Chi è il quarto?
I membri dell’Elite sanno già chi potrebbe essere un potenziale mezzosangue, ma fin quando non ne saranno certi, nessun nome uscirà fuori.
Tantissimi momenti dolci e passionali vengono vissuti da Ivy e Ren. Ma lei ha paura: ha paura di perdere anche lui. Quindi decide che è stato tutto un errore. Si allontana senza dargli nessuna spiegazione al poveretto, che tra l’altro sta letteralmente impazzendo per questa biondina.
Ma ecco, che si avvicina il giorno dell’equinozio, il giorno in cui i portali sono più deboli e facilmente varcabili.
David consiglia a tutti i membri di trascorrere l’ultima notte prima dell’equinozio con la persona che più si ama: non si sa chi ne uscirà vivo da questo scontro.
Ivy torna a casa triste. Sta per mettersi a letto quando qualcuno bussa alla porta: è Ren.
Ivy si scioglie in un mare di lacrime.
Racconta a Ren tutta la verità: i suoi genitori e il suo fidanzato sono morti a causa sua.
Quella sera stava per andare a cena con il suo fidanzato, quando decise di non indossare il quadrifoglio, che l’avrebbe difesa da ogni fae.
E così, per colpa di una “stupidaggine” un fae l’aveva stregata e persuasa a essere portato a casa dei genitori.
Quando il fae arrivò a casa di Ivy uccise tutti; genitori e fidanzato.
Ivy non se lo perdonerà mai.
Ren a quelle lacrime si scioglie. Sa bene che Ivy ha fatto una cosa stupida, ma non per questo la rifiuta.
Scocca un bacio focoso e da lì finalmente fanno l’amore.
Adesso i loro cuori sono uniti e hanno paura che uno dei due, la notte dopo potrebbe non uscirne vivo.
Arriva il fatidico giorno e l’Ordine si divide in entrambi i portali a New Orleans.
David ricorda a tutti di non uccidere un Antico vicino il portale, perchè il suo sangue lo avrebbe fatto aprire.
Scoppia una guerra fra fae e i membri dell’ordine.
Morti e feriti si cospargono davanti il portale. Poi un’unica mossa: Val uccide l’antico vicino il portale.
La ragazza è soddisfatta e si allontana con un sorrisetto. E’ stata stregata o è lei la traditrice?
All’improvviso il portale si spalanca e ne escono fuori i cavalieri e il principe dei fae.
Il principe va via e Val scappa inseguendolo. Ivy non può stare ferma lì e li insegue.
Viene condotta alla sede dell’Ordine.
Val ha in mano qualcosa nascosto da un drappo e scappa.
Il principe si avventa contro Ivy e la ferisce.
Sta per morire, ma poi il principe viene attirato dal suo sangue.
ATTENZIONE SPOILER!!!
Il suo sangue sta ribollendo… Ivy è la quarta mezzosangue!
OPINIONE PERSONALE

Inizio, premettendo che questo volume è terminato in questo modo, ma è ovvio che ci sarà un continuo. Adesso andiamo ad analizzare la scenografia.
Innanzitutto devo ammettere che non leggo molto spesso questi tipi di libri, perchè preferisco leggere di storie che immagino potrebbero capitare nella realtà.
La fantascienza mi piace, ma preferisco le storie romantiche. Questo libro però mi ha particolarmente colpito perchè è un miscuglio tra ciò che amo davvero leggere. Quindi, oltre alla fantascienza è presente tantissima passione e tantissime emozioni di cui ho letto ben volentieri.
Per quanto riguarda i personaggi, quello che più in assoluto mi ha colpito è senza ombra di dubbio Campanellino.
Lui è un piccolo ometto pieno di sarcasmo ed ironia.
Nonostante si punzecchia spesso con Ivy, le vuole davvero bene e la proteggerebbe a costo della vita. Infatti, come leggerete, sarà estremamente geloso di Ren. Campanellino ha un segreto però: non è un caso che sia stata Ivy a trovarlo.
Questo credo proprio che sarà spiegato nel volume che ne seguirà.
Il folletto è un appassionato di Harry Potter e, spesso, con molto sarcasmo, si immedesima con battute dei personaggi di questo film per sdrammatizzare le vicende. Un esempio?
Quanto Ivy gli lancia scherzosamente addosso una sciarpa lui se ne esce con la battuta: “Hai regalato una sciarpa a Campanellino. Campanellino è libero!!!”
Questa parte mi ha fatto particolarmente sorridere.
Per chi non lo sapesse, questa è una battuta del film di Harry Potter ( arrangiata al libro ovviamente), recitata da un elfo al suo padrone. Infatti, se veniva regalato un indumento ad un elfo, era come se quest’ultimo venisse liberato dalla schiavitù.
Per quanto riguarda la protagonista, Ivy, devo dire che ho ammirato molto questo personaggio.
Lei, proprio come Melida, del film “Ribelle- The brave”, è coraggiosa, forte e soprattutto molto combattiva.
Però, ha una grande paura, perdere le persone che ama. Per questo all’inizio era molto restia nei confronti di Ren.
Ma non si può comandare al cuore.
Di Ren, invece, penso che sia uno di quegli uomini da “portare all’altare”. Affettuoso, protettivo, gentile e adorabile: sono queste le sue qualità.
Un personaggio che, purtroppo, non ho apprezzato è senza ombra di dubbio Val.
All’inizio, devo ammettere che la ragazza mi aveva molto affascinata soprattutto con il suo modo euforico con cui viveva la vita. Ma alla fine si è rivelata una delusione.
Spero solo che nel secondo volume, venga rivelato che in realtà era stata stregata e che non era stato un suo gesto spontaneo quello di far aprire il portale. Però un insegnamento ne ho tratto anche da questo libro: non tutto è sempre come sembra.
Val è una ragazza dolce che alla fine si è dimostrata una vera traditrice. Quindi, mai farsi ingannare dall’apparenza. Non tutto è come sembra.
Comunque, spero di ricredermi nel secondo volume.
Detto ciò, devo dire che sono rimasta un po’ sconvolta dal finale e, credetemi aspetto con impazienza l’uscita del seguito. Per finire, devo ammettere che la Armentrout non ne sbaglia una. Reputo che sia la mia scrittrice contemporanea preferita, oltre alla McGuire, ovviamente. Consiglio la lettura a tutti gli appassionati del genere Paranormal New Adult e a chi, come me, piace sognare e farsi trascinare dalle emozioni che può regalare un semplice libro.

La serie prende il nome di SAGA WICKED, ovvero “malvagio”.
I libri che la compongono sono
Lontano da te
Torn ( prossimamente in Italia)

degli altri volumi non sono pervenute ancora notizie certe.
Detto ciò, auguro a tutti una buona lettura11695941_502938136530264_5740698549189205201_n

Annunci

One thought on “LONTANO DA TE – JENNIFER L. ARMENTROUT

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...